Tutto sul Culturismo al Naturale

Articoli, Guide, Video, Allenamenti, Esercizi, Foto e tanto altro

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Cari amici e amiche, vi avevo detto che i migliori esercizi sono quelli a nudo con manubri e bilancieri, perché nel tempo riescono ad imprimere maggior forza e resistenza, tutto all’insegna della salute. L’utilizzo delle macchine ha una finalità diversa, quella di definire il muscolo anche perché i carichi gravitano sull’atleta in maniera bilanciata ed il peso effettivo è caricato in buona parte sulla macchina, quindi, l’esercizio viene eseguito in tutta serenità e con meno sforzo profuso.

Detto questo, e rimarcando che io sono un culturista e non un sollevatore di pesi (o powerlifting), perché curo principalmente la simmetria e perfezione del fisico, in quest’ultimo video vi mostro tre esercizi a “ nudo “ ( lo stacco da terra, il lento avanti con bilanciere e le sollevate in avanti con manubri) con manubri e bilancieri mirati solo a dimostrare come la sola forza vera è quella che conta ed quella che io imprimo, conquistata in anni di attività, e soprattutto senza aver mai assunto alcuna sostanza extra.

Qualcuno potrà anche dirmi che continuo a “battere chiodo sull’alimentazione “ e a distinguermi da tutti coloro che dicono che sono atleti naturali, ma in realtà non lo sono. Ciascuno è artefice del proprio destino, però non mi si venga a dire che non c’è differenza tra un Culturista Naturale rispetto a quelli che fanno uso di un sistema alimentare differente. La differenza sussiste credetemi, altrimenti non avrebbero ragione di esistere tutti questi interessi volti al solo fine di far soldi a discapito della salute umana. Il fatto è ancor più grave se pensiamo che questi intrugli o composti “ chimici “ verrebbero venduti per la salute e per la migliore performance fisica. Mi dovete credere non è così. Ma dovete porvi anche un’altra domanda : “ Come mai io, e spero anche altri come me non ne fanno uso ?”. Per il momento lascio a voi la risposta perchè reputo il buon lettore una persona intelligente. In un momento successivo affronterò meglio anche questa tematica.

Primo esercizio: lo stacco da terra del bilanciere: io uso un peso moderato per me di circa 160 kg.  ed il fine è quello di rinforzare i muscoli lombari attraverso una esatta esecuzione;

secondo esercizio: il lento in vanti con il bilanciere: è un esercizio differente dal classico strappo e slancio con il bilanciere che viene eseguito dal sollevatore di potenza ( il classico powerlifting ). Nel mio caso nei giorni in cui sono particolarmente in forma uso un peso di circa 90/100 Kg.. Vi mostro un’esecuzione di lento in avanti dove lo sviluppo della forza è lenta, si estende sin sopra la testa con l’estensione della braccia e non ha come aiuto l’utilizzo delle gambe. L’esercizio è molto similare a quello che i pionieri del culturismo utilizzavano nei primi anni dell’ottocento e così via. L’esecuzione è particolarmente più faticosa e richiede certamente un maggior impiego di forza perché non esiste ne strappo  e neppure slancio, da qui l’impiego dei pesi dovrà essere ridotto notevolmente.

Il terzo esercizio riguarda il lento in avanti con manubri: l’esecuzione è simile al lento in avanti con il bilanciere ma avendo un manubrio per mano la libertà nel movimento è maggiore per cui si esegue in maniera continua staccando i manubri da terra ed eseguendo un cammino che porterà le braccia a distenderle sin sopra la testa. La mia esecuzione viene fatta con due manubri di circa 35 Kg per mano. Noterete come la difficoltà nell’esecuzione sia del tutto diversa rispetto al lento con il bilanciere.

Questi tre esercizi se eseguiti nel tempo a giuste dosi, intervallando un giusto riposo, imprimeranno nel vostro fisico una vera forza e resistenza mai raggiunta prima.

Sempre con onestà, vi auguro un buon allenamento.

Cari amici e amiche, vi avevo detto che i migliori esercizi sono quelli a nudo con manubri e bilancieri, perché nel tempo riescono ad imprimere maggior forza e resistenza, tutto all’insegna della salute. L’utilizzo delle macchine ha una finalità diversa, quella di definire il muscolo anche perché i carichi gravitano sull’atleta in maniera bilanciata ed il peso effettivo è caricato in buona parte sulla macchina, quindi, l’esercizio viene eseguito in tutta serenità e con meno sforzo profuso.

Detto questo, e rimarcando che io sono un culturista e non un sollevatore di pesi (o powerlifting), perché curo principalmente la simmetria e perfezione del fisico, in quest’ultimo video vi mostro tre esercizi a “ nudo “ ( lo stacco da terra, il lento avanti con bilanciere e le sollevate in avanti con manubri) con manubri e bilancieri mirati solo a dimostrare come la sola forza vera è quella che conta ed quella che io imprimo, conquistata in anni di attività, e soprattutto senza aver mai assunto alcuna sostanza extra.

Qualcuno potrà anche dirmi che continuo a “battere chiodo sull’alimentazione “ e a distinguermi da tutti coloro che dicono che sono atleti naturali, ma in realtà non lo sono. Ciascuno è artefice del proprio destino, però non mi si venga a dire che non c’è differenza tra un Culturista Naturale rispetto a quelli che fanno uso di un sistema alimentare differente. La differenza sussiste credetemi, altrimenti non avrebbero ragione di esistere tutti questi interessi volti al solo fine di far soldi a discapito della salute umana. Il fatto è ancor più grave se pensiamo che questi intrugli o composti “ chimici “ verrebbero venduti per la salute e per la migliore performance fisica. Mi dovete credere non è così. Ma dovete porvi anche un’altra domanda : “ Come mai io, e spero anche altri come me non ne fanno uso ?”. Per il momento lascio a voi la risposta perchè reputo il buon lettore una persona intelligente. In un momento successivo affronterò meglio anche questa tematica.

Primo esercizio: lo stacco da terra del bilanciere: io uso un peso moderato per me di circa 160 kg.  ed il fine è quello di rinforzare i muscoli lombari attraverso una esatta esecuzione;

secondo esercizio: il lento in vanti con il bilanciere: è un esercizio differente dal classico strappo e slancio con il bilanciere che viene eseguito dal sollevatore di potenza ( il classico powerlifting ). Nel mio caso nei giorni in cui sono particolarmente in forma uso un peso di circa 90/100 Kg.. Vi mostro un’esecuzione di lento in avanti dove lo sviluppo della forza è lenta, si estende sin sopra la testa con l’estensione della braccia e non ha come aiuto l’utilizzo delle gambe. L’esercizio è molto similare a quello che i pionieri del culturismo utilizzavano nei primi anni dell’ottocento e così via. L’esecuzione è particolarmente più faticosa e richiede certamente un maggior impiego di forza perché non esiste ne strappo  e neppure slancio, da qui l’impiego dei pesi dovrà essere ridotto notevolmente.

Il terzo esercizio riguarda il lento in avanti con manubri: l’esecuzione è simile al lento in avanti con il bilanciere ma avendo un manubrio per mano la libertà nel movimento è maggiore per cui si esegue in maniera continua staccando i manubri da terra ed eseguendo un cammino che porterà le braccia a distenderle sin sopra la testa. La mia esecuzione viene fatta con due manubri di circa 35 Kg per mano. Noterete come la difficoltà nell’esecuzione sia del tutto diversa rispetto al lento con il bilanciere.

Questi tre esercizi se eseguiti nel tempo a giuste dosi, intervallando un giusto riposo, imprimeranno nel vostro fisico una vera forza e resistenza mai raggiunta prima.

Sempre con onestà, vi auguro un buon allenamento.

Powered by Amazing-Templates.com 2014 - All Rights Reserved.